Tutti assolti gli imputati per il corteo studentesco del 17 novembre 2012

Pubblichiamo il comunicato con cui i 12 studenti denunciati per il corteo del 17 novembre 2012 (il corteo tentò in quell’occasione di raggiungere il Comune dove era presente un ministro del governo Monti per protestare contro i tagli al diritto allo studio) festeggiano la fine del processo, conclusosi con l’assoluzione.

“Venerdì 20 aprile si è concluso il processo per corteo non autorizzato e resistenza a pubblico ufficiale per i fatti del corteo del 17 novembre 2012, la giornata mondiale dello studente. Gli imputati sono stati TUTTI ASSOLTI PER NON AVER COMMESSO IL FATTO. Alla manifestazione era seguito un grande clamore mediatico da guerriglia urbana. In realtà la città era stata attraversata da un pacifico corteo, affollato e determinato di giovani studenti medi che lottavano per affermare il diritto al futuro, a partire dal diritto allo studio, diritti che il governo Monti stava smantellando ad uno ad uno. Lo striscione di testa recitava «Contro il vostro Merito facciamo del nostro Meglio».

Quanto successe a Lucca era politicamente legittimo, e necessario aggiungeremo oggi con il senno di poi, e questo lo sapevamo da subito nonostante il terrorismo dei politici e dei media locali e le denunce efferate della polizia. Questa sentenza aggiunge che quanto è successo sta dentro agli spazi della legalità e che le accuse inventate dalla Questura di Lucca erano troppo deboli per essere confermate in un tribunale. Le denunce della polizia furono atti politici, volti a impaurire chi esprime dissenso e a complicargli la vita. Abbiamo creato un precedente. Possiamo scendere in piazza a manifestare, la volontà del corteo si può determinare lungo il percorso!

Contro il vostro Merito faremo sempre del nostro Meglio!”

Lascia un commento

commenti

Shares