Cineforum Sport e Politica: Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 22/05/2019
21:00

Categorie No Categorie


Mercoledì 22 maggio nuovo appuntamento per il ciclo Sport e Politica, con la proiezione di “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” (1970, 112 min.) di Elio Petri presso il Centro Giovani di Capannori (Via del Marginone 118). Evento facebbok: https://www.facebook.com/events/2290861690963106/

In un’Italia ancora segnata dagli strascichi del Sessantotto e dalla recente strage di Piazza Fontana, un regista scomodo e complesso come Elio Petri scatta, con “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”, non solo una lucida fotografia del clima del periodo, ma anche un’amara e scottante disamina del potere e dei meccanismi che lo sostengono. Protagonista indiscusso della pellicola è un gigantesco Gian Maria Volonté, che si conferma uno dei migliori interpreti italiani di sempre dando volto e corpo a un controverso e contraddittorio dirigente di polizia, capace di rappresentare il lato oscuro delle istituzioni e al tempo stesso i profondi sensi di colpa scaturiti dall’abuso dell’autorità.

Il film si apre con un brutale assassinio di Augusta Terzi (Florinda Bolkan), eseguito dal capo della Sezione Omicidi di Roma (Gian Maria Volonté) nonché amante della donna, proprio nel giorno della sua promozione a capo dell’ufficio politico della questura. Quest’ultimo è caratterizzato da una vera e propria dicotomia morale e psicologica: da una parte c’è infatti il senso di colpa (sviscerato anche tramite ben congegnati flashback) per quanto commesso, con il conseguente vano tentativo di farsi accusare dell’omicidio attraverso indizi disseminati in ogni dove; dall’altra permangono invece l’arroganza e la presunzione tipiche di chi si crede al di sopra della legge che dovrebbe fare rispettare. Le indagini incalzano, mettendo il poliziotto sempre più alle strette con la legge e soprattutto con se stesso.

“Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” è il primo capitolo della cosiddetta trilogia della nevrosi di Elio Petri, completata da “La classe operaia va in paradiso” (1971) e “La proprietà non è più un furto” (1973). Il film ha conquistato il Grand Prix Speciale della Giuria del Festival di Cannes, il Premio Oscar al miglior film straniero e il plauso unanime da parte di critica e pubblico. La straniante colonna sonora composta da Ennio Morricone è ancora oggi universalmente conosciuta dai cinefili di tutto il mondo, ed è stata fonte di ispirazione anche per Stanley Kubrick.

Lascia un commento

commenti